Archivi tag: Migranti

Dieci cose (più una)
che ho imparato al Summit
sulle migrazioni della Valletta

IMG_20151111_173454 (1)

Punto 1: A volte i giudizi su un evento sono più legati alle nostre aspettative che non alla realtà dei fatti. Davvero qualcuno pensava che l’Unione europea sarebbe arrivata a Malta proponendo i corridoi umanitari per i migranti africani? Ammesso che si riesca a dare una definizione concreta di cosa si intenda con il termine “corridoio umanitario”. Il mio non è cinismo è realismo. L’Europa sta andando, non da oggi, per un’altra strada ed è pura illusione pensare che si possa cambiare visione folgorati sulla via di Malta.

Continua a leggere

«Il business dei trafficanti
si combatte con leggi comuni
non con le bombe»

maxresdefaultI trafficanti di essere umani non si combattono con le bombe ma con un sistema comune di leggi e di controlli. Per Andrea Di Nicola e Gianpaolo Musumeci, autori del libro Confessione di un trafficante di uomini (edito da Chiarelettere), la strada da percorrere per combattere il business dell’immigrazione verso l’Europa passa dall’armonizzazione delle normative comunitarie.

A pochi giorni dalla decisione del Consiglio dell’Unione europea che ha aperto la strada ad una missione militare europea nel Mediterraneo – per cui si aspetta il via libera dell’ONU – abbiamo chiesto a Di Nicola, professore di criminologia all’Università di Trento, di aiutarci a comprendere la realtà di queste organizzazioni.

Continua a leggere

Tragedie del Mediterraneo:
l’ingiusto scaricabarile
sull’impotente Unione europea

CDBbI2BW8AAn-Ar (1)

Cercherò di essere breve, ma purtroppo stavolta non credo sarà possibile.
Almeno 800 migranti (secondo quanto dichiarato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) sono morti tra il 18 e il 19 aprile; altri 200 il 20 aprile davanti alla costa orientale di Rodi. Altri erano morti in un altro naufragio circa un mese fa.

In queste ore i social network sono pieni di commenti – molti dei quali deliranti e che non meriterebbero nemmeno di essere considerati -, ma quello che mi fa pensare è altro: la maggior parte della gente ha postato una serie di commenti la cui sequenza è di questo tipo:

1) BASTA!!!

2) La nostra indifferenza è colpevole!

3) Cosa fa l’Unione Europea? Perché tace e cerca scuse?

Bene, per quanto mi è possibile, vorrei cercare di spiegarvi il punto 3).

Continua a leggere

Processo di Khartoum: dopo Roma diamo al dialogo una possibilità, ma sia una sola

Migrants crossing the Tenere desert

Per controllare i flussi migratori che dalle aree di crisi si riversano sull’Europa “non si può solo alzare un muro, né bastano solo le azioni di cooperazione: serve una strategia di lungo termine” che mescoli la cooperazione con i Paesi in difficoltà alla ricostruzione di Paesi “vicini al collasso totale”. Sono queste le parole con cui il neo Ministro degli esteri italiano, Paolo Gentiloni, ha salutato il lancio del Processo di Khartoum sull’immigrazione dall’Africa orientale (l’EU-Horn of Africa Migration Route Initiative), al termine della conferenza interministeriale che si è tenuta a Roma lo scorso 28 novembre.

Continua a leggere

“Malati sarete voi”. Tra migranti e malattie a vincere è il razzismo. Ecco perché…

da www.emergency.it

da www.emergency.it

Pubblichiamo di seguito una riflessione di Mario Guidotti, primario di neurologia all’Ospedale Valduce di Como.

Uno degli argomenti che attualmente stimolano maggiormente l’emotività collettiva è quello dei contagi. Intendiamo contagi di malattie. Virus, batteri, insomma micro-organismi cattivi. Si tratta di un fenomeno storicamente ben noto, tra le paure più ancestrali e consolidate nelle popolazioni. Basta fare riferimenti di manzoniana memoria, o pensare alle terribili epidemie europee del ‘300, ai flagelli del colera, delle dissenterie.

Il panico è recentemente riemerso con l’epidemia da virus Ebola attualmente in corso in Africa occidentale ed ha raggiunto la pancia di molti nostri concittadini aizzati anche da una stampa in affanno, che pur di vendere una copia in più farebbe carte false (appunto, trattasi di carta stampata falsa) inculcando il dubbio che i disperati che attraversano il mare sui barconi siano portatori di terribili malattie infettive.

Continua a leggere

Frontex Plus non basta, l’Europa torni protagonista nel Mediterraneo

Morning_patrol_in_the_delta_region_of_the_Evros_river_1.prop_1200x720.d4682d9fd8

Il lancio di Frontex Plus è stato accolto con grande entusiasmo dal ministro degli interni italiano Angelino Alfano anche se i contorni della nuova missione europea appaiono ancora poco chiari.

MalmstromE’ stata la stessa Cecilia Malmström, Commissario europeo agli Affari interni (uscente), a spiegare come il successo dell’operazione dipenderà dalla partecipazione (volontaria) dei singoli stati membri, non  potendo contare su una “Guardia costiera europea con propri uomini e mezzi”.

Continua a leggere

Immigrazione: parlare di “emergenza” è un’aggravante non una giustificazione

Migranti

Mettiamo le cose in chiaro fin dalla prima riga: per favore non chiamatela “emergenza”.

La primavera è appena arrivata è già in Italia si inizia a parlare di emergenza sbarchi. O, forse, sarebbe meglio chiamarla “emergenza soccorsi in mare” visto che – dal lancio dell’operazione Mare Nostrum – gli sbarchi sulle coste italiane sono quasi completamente cessati.

Continua a leggere